Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 512

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 514
Olio di palma
chiamami per un consulto: 347 33 38 665

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 512

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 514

Olio di palma

pubblicato il 7/05/2015

Ultimamente si fa un gran parlare dell’olio di palma quindi cerchiamo subito di capire di cosa si tratta. La palma da olio è una pianta originaria delle foreste pluviali della Guinea, ma ultimamente si è diffusa la sua coltivazione in altre zone della Terra (Africa centrale e Asia). Dalla palma si possono ottenere due tipi di olio: quello dal frutto, detto olio di palma, oppure quello dai semi di palma detto olio di palmisto. Si tratta di oli che a temperatura ambiente si presentano allo stato solido o semi-solido ma possono diventare liquidi quando subiscono il processo di frazionamento.

Dal punto di vista nutrizionale, l’olio di palma contiene circa il 50% di grassi saturi (grassi nocivi per la salute perché aumentano il rischio cardiovascolare e contribuiscono ad alzare i livelli di colesterolo ematico),  acido oleico monoinsaturo per circa il 40% (acido grasso con funzione protettiva sull’apparato cardiovascolare), acido polinsaturo linoleico per circa il 10% (altro acido grasso con funzione protettiva).  L’olio di palma dunque, anche se contiene molti grassi saturi, grazie alla sua composizione complessiva, e soprattutto quando non è idrogenato, non avrebbe un ruolo così dannoso per la salute. Anzi, allo stato grezzo l’olio di palma è anche ricco di vitamine e antiossidanti.

Il problema sulla nocività dell’olio di palma si pone soprattutto perché nell’industria alimentare questo ingrediente viene utilizzato molto più spesso nella sua forma più raffinata e quindi privata delle caratteristiche di salubrità che questo olio allo stato grezzo invece presenta. Inoltre i rischi per la salute sono legati ad un eccessivo utilizzo di questo olio, che ha iniziato forse a diffondersi come sostituto della margarina, e non ad un suo uso sporadico.

L’olio di palma è presente  in tantissimi prodotti da forno, a partire da quelli dolci per la colazione quindi biscotti, fette biscottate e merendine, in quelli salati come crackers o piadine, ma anche nelle creme spalmabili, nei brodi, nelle zuppe e in alcuni piatti pronti. Vista la sua larghissima diffusione è implicito che si rischi di assumere ogni giorno una quantità eccessiva di questa sostanza, anche in maniera inconsapevole. Fortunatamente  la modifica all’etichetta nutrizionale impone al produttore di specificare il tipo di olio (grasso) usato nei prodotti alimentari mentre prima compariva solamente una dicitura generica olii e grassi vegetali.

Da segnalare i numerosi sono gli studi scientifici su questo alimento che però presentano risultati contraddittori e spesso anche non paragonabili tra di loro. Un recente lavoro presentato dall’Università di Bari ha messo in relazione gli effetti di un acido grasso presente nell’olio di palma su una proteina responsabile della morte delle cellule produttrici di insulina, causando quindi danni irreversibili che porterebbero allo sviluppo del diabete.