Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 512

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 514
False credenze e luoghi comuni nel mondo della nutrizione e delle diete
chiamami per un consulto: 347 33 38 665

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 512

Deprecated: preg_replace(): The /e modifier is deprecated, use preg_replace_callback instead in /home/w27227/domains/francescaargellati.it/public_html/libraries/joomla/filter/filterinput.php on line 514

False credenze e luoghi comuni nel mondo della nutrizione e delle diete

Pubblicato il 10 ottobre 2014

Cari lettori, in questo nuovo articolo vorrei sfatare qualche falsa credenza su alcuni luoghi comuni che circondano il mondo della nutrizione in genere e delle diete.

  1. Errori frequenti e luoghi comuni nella alimentazionePrima di tutto, voler raggiungere tutti gli obiettivi nel più breve tempo possibile non è il modo migliore per dimagrire; è vero, vedere l’ago della bilancia che scende è confortante e gratificante, ma non si può pretendere di perdere in due settimane tutti i kg accumulati in anni di alimentazione sregolata. Come dice il proverbio, “chi va piano, va sano e va lontano”!
  2. Molto spesso mi sento riferire dai miei pazienti frasi del tipo “una mia amica mi ha detto che..” oppure “..la cugina del mio collega mi ha consigliato di provare..”: la dieta deve essere personalizzata sulla base di un’anamnesi personale, sulla base di dati antropometrici rilevati al momento del colloquio iniziale e soprattutto sulla base del proprio stato fisio-patologico. Quindi è assolutamente sconsigliato provare a seguire la dieta di qualcun altro o consigliare ad un’altra persona la propria.
  3. saltare la colazione perché non si ha fame o non si ha tempo di farla è uno degli errori più comuni che si commettono a proposito di corretta nutrizione. Al risveglio mattutino il corpo e,soprattutto il cervello, hanno bisogno di energia, quindi consumare una abbondante colazione ci permette di non arrivare stanchi ed affamati alla pausa pranzo, correndo il rischio di mangiare più di quello che in realtà sarebbe necessario. Inoltre le calorie mattutine contribuiscono a risvegliare il metabolismo dopo il riposo notturno.
  4. Saltare i pasti per risparmiare delle calorie è uno degli errori più grandi che si fanno nelle diete “fai da te”. Per una sorta di principio di sopravvivenza, il corpo tende ad abituarsi ad una situazione “di carestia” quindi assimila tutto quello che viene ingerito con il risultato che anche se si introducono poche calorie, non si dimagrisce. Inoltre mangiare troppo poco, e quindi ingerire meno calorie di quelle che il corpo necessita per sopravvivere, può causare un abbassamento del metabolismo basale, con la conseguenza che il tanto desiderato dimagrimento risulterà sempre più difficoltoso!
  5. eliminare i carboidrati dalle dieteL’utilizzo di pasti sostitutivi, barrette, beveroni ecc può favorire una maggiore compliance alla dieta, ma sconsiglio caldamente di basare la propria alimentazione, durante il periodo di dieta, esclusivamente su tali prodotti. È possibile utilizzarli saltuariamente, nel caso in cui non ci si possa concedere una pausa pranzo tale da poter consumare un pasto normale ed equilibrato, ma non devono sostituire i pasti quotidiani.
  6. Spesso mi sento riferire dai miei pazienti che non consumano la frutta a fine pasto perché si dice che ciò faccia ingrassare. Si tratta di una falsa credenza che bisogna sfatare. La ragione per cui la frutta è sconsigliata alla fine di un pasto è che, in alcune persone già predisposte, il suo consumo può causare una eccessiva fermentazione intestinale, insieme a tutti gli alimenti già ingeriti; in questo caso allora si consiglia di consumarla tra i pasti principali. Altrimenti è possibile mangiare un frutto a fine pasto, senza nessuna preoccupazione. Inoltre può essere sconsigliato consumare la frutta a fine pasto nel caso in cui quest’ultimo sia stato già molto abbondante e soprattutto ricco di carboidrati; nel qual caso, la frutta aumenterebbe ulteriormente il carico glicemico. Se invece il carico glicemico è stato modesto, allora si può consumare un frutto senza problemi; anzi, l’apporto di vitamina C contenuto negli agrumi favorisce l’assorbimento del ferro contenuto in carne e pesce!
  7. Eliminare i carboidrati dalla dieta è un errore da evitare. Bisogna tenere presente che almeno il 50% delle calorie giornaliere devono derivare dai carboidrati; gli zuccheri sono fonte di energia per tutto l’organismo e soprattutto del cervello. I carboidrati non fanno ingrassare se sono inseriti, in un regime normocalorico o anche in una dieta ipocalorica, in modo corretto. Eliminare pane e pasta non è un modo per dimagrire. Ridurli può essere consigliabile in alcuni casi, ma devono comunque essere presenti tutti i giorni sulle nostre tavole.
  8. Utilizzare troppo spesso i prodotti “light” credendo che facciano dimagrire! Prima di tutto non esistono cibi che fanno dimagrire ma esistono alcuni cibi (es. biscotti, formaggi, yogurt ecc) che sono stati privati di una parte di zuccheri o grassi. Bisogna però stare attenti agli inganni; per esempio, è il caso degli yogurt con pochi grassi, ai quali però vengono aggiunti più zuccheri per dare più sapore. Sarebbe buona norma leggere sempre la lista degli ingredienti prima di acquistare un prodotto.
  9. Attività fisica con dietaDimagrire senza praticare una regolare attività fisica non è possibile. Nel primo periodo si riesce a vedere scendere l’ago della bilancia, ma poi quando l’organismo percepisce una situazione di carenza, per poter continuare a perdere peso l’unica strategia è bruciare più calorie di quelle che si introducono. Quindi è necessario mantenere uno stile di vita attivo e praticare una costante e regolare attività fisica. Inoltre lo svolgimento di una costante attività fisica contribuisce a mantenere toniche le masse muscolari.
  10. Una volta raggiunto il proprio obiettivo, sarebbe auspicabile non riprendere le cattive abitudini alimentari che vi hanno portato ad accumulare nel tempo chili di troppo; Se eravate ingrassati, probabilmente erano abitudini sbagliate. Per una sana e corretta alimentazione la prima regola è mangiare un po’ di tutto ma nelle giuste quantità.